Ezio Mauro si dimette. E chi se ne frega!

Viviamo in un epoca pazzesca! 

Internet, l'elettronica ci hanno cambiato. Tutti e nessuno escluso. Le cose si fanno prima, più velocemente e soprattutto cambiano con una rapidità incredibile.

Internet è democrazia, è informazione, è libertà allo stato puro. Anarchia o cose simili. 

I social hanno rivoluzionato il concetto di confine nazionale. Un ragazzo Siriano può postare un video di un bombardamento sui civili e farlo diventare mondiale, senza filtri o censure. La censura non esiste più. Youporn è libero. Tutti possono commentare, scrivere e condivedere ciò che si sentono di fare! 

In questo contesto, non per essere "grillino", ma la stampa è MORTA! 

L'altra sera 

C'era Ezio Mauro, il direttore di un noto quotidiano LA REPUBBLICA da Fazio a Che Tempo che fa. E quindi? Qual'era il motivo per cui c'era 'sto signore? Era una scelta editoriale sinistroide? Era perché la redazione di Rai 3 aveva avuto pressioni affinché venisse intervistato 'sto signore? Era forse perché il target di utenza della televisione della domenica sera è over 50 anni? 

Fatto sta che il sig.Mauro ha avuto ben 15 minuti per arringare la sua "sceneggiata" personale sul fatto che si era dimesso da un giornale! E chi se ne fotte!!! direbbe Totò !

Il mondo è cambiato, ma in TV nessuno lo sa ancora

Una settimana fa guardavo i dati di Google AdPlanner, che è uno strumento per valutare gli investimenti pubblicitari. 

Ma qualcuno ha avvisato Fabio Fazio che Fanpage fa 10 volte il numero di lettori di Repubblica.it? 
Ma Fazio e redazione hanno compreso che un episodio di The Jackal fa più spettatori della finale di Sanremo?

Fatto sta, che il direttore editoriale di Fanpage non verrà mai intervistato da Fazio al suo Tempo che fa, perché fa troppa paura.

Si fa paura il cambiamento. 

Terrore puro si scatena nella mente di editori-dinosauri che possano minimamente pensare che un gruppo di ragazzi di Napoli riescano a comunicare, influenzare e intrattenere un numero così elevato di persone. Questa è perdita di potere e in Italia il potere logora chi non ce l'ha. E questo si sa....

Duccio

potresti leggere anche

Oppure seguici su Youtube