Death metal, i bad boy dal cuore tenero

Immaginereste che band dai nomi spaventosi come Black Sabbath, Carcass o Napalm Death avessero a cuore fiorellini e cuccioli?
 
Uno stile di vita green ce lo aspetteremmo da cantanti come Moby,  Morrisey o i R.E.M, non da dei dell’heavy metal. Eppure sembra che il mondo hardcore vanti molti membri vegetariani, se non addirittura interi gruppi.  Alcuni per motivi di salute, altri per etica personale, danno comunque il buon esempio di vita eco-sostenibile, nonostante le loro canzoni parlino di morti sanguinose e apocalisse zombie. Chi sono questi dark dal cuore tenero?
 
Sepultura
 

Derrick Green ( mai cognome fu più profetico), leader della band, è vegetariano dall’età di 15 anni. Ha preso questa decisione dopo aver  scoperto come vengono trattati  gli animali negli allevamenti intensivi.  Le immagini di abusi nelle fattorie l’hanno toccato così nel profondo da scriverci una canzone, Convincted in Life ( Condannato a vita). « Credo che si possa capire quanto è civilizzata la società dal modo in cui tratta i suoi animali. Siamo tutti connessi, per questo la compassione è molto importante ».
 
Black Sabbath 

Bill Ward e Geezer Butler, fondatori del gruppo musicale, sono entrambi “erbivori”. Il primo è passato dall’essere
  vegetariano a vegano. Il secondo ha dichiarato di essere stato ispirato dalla moglie a adottare uno stile di vita più sano. « Molly ha deciso di diventare vegana. Non  c’erano motivi politici o volontà di salvare animali. Semplicemente l’obiettivo era il benessere ».  Al di là delle motivazioni, il fine è comunque nobile.
 
Rob Zombie
 
Il fatto che il cantante, produttore e regista statunitense sia vegano è cosa nota, ma la maggior parte dei suoi fan ancora si stupisce. 
È comprensibile dal momento che passione per film horror e  musica heavy metal non ci fanno pensare a lui come una  trenera Dr.ssa Peluche. Eppure  l’autore de La casa del diavolo e Le streghe di Salem ha dichiarato: « La gente non mi interessa più di tanto, ciò che ho veramente a cuore sono gli animali. Hanno bisogno della nostra protezione ».
 
Rage against the machine
 
Tim Commeford, bassista della nota band, è vegano, mentre il cantante   Zack de la Rocha e il  leggendario chitarrista 

Tom Morello sono entrambi vegetariani. Il frontman  ha affermato di sostenere strenuamente la causa animalista. «  Penso  al dolore che provano gli animali quando finiscono  al macello o al semplice fatto di vivere per essere uccisi. C’è tanto altro  cibo lì fuori  che non ti coinvolge in questo ciclo di sofferenza e morte ».
 
Napalm Death
 
Mark Greenway, cantante della band grindcore inglese, è vegetariano dai 14 anni.  Il suo no alla carne dipende principalmente dall’essere contrario alla sperimentazione di cosmetici sugli animali e all’acquisto di capi in pelle. Il cantante ha anche scritto un pezzo a riguardo, Food Chains ( Catene alimentari). La canzone parla di come  la piramide alimentare letteralmente ci incatena, ovvero costringe la popolazione mondiale ad abitudini che fanno  gli interessi di pochi.
 
Avreste mai pensato che gli stessi che cantano di corde insaguinate ( Roots bloody roots- Sepultura) o di bambini della tomba ( Children of the grave- Black Sabbath) avessero un cuore così sensibile?
 
Non solo vegani, ma anche respiriani...Guarda il video 
 

Leggi anche: 
 
Iscriviti al canale YouTube >>>