Dai biglietti nascono i fior

Matrimonio green?  Cominciamo dalle partecipazioni! 
 
Nonostante le svariate possibilità che il web offre, consegnare inviti a mano risulta sempre più  significativo di spedire immagini preconfezionate via mail. Soprattutto se ciò significa  rispettare l’ ambiente senza lasciare cartoncini e buste a vita nella scatola di ricordi.
 
Avete mai pensato che dai vostri biglietti potessero nascere margherite  e papaveri? L’iniziativa si chiama Se mi ami mi pianti. Il nome non è esattamente di buon auspicio per la neo-coppia ma l’intuizione di Biancosposi, azienda specializzata nel settore, è deliziosa (anche metaforicamente parlando). Le partecipazioni sono realizzate con fogli riciclati e al  loro interno hanno inserti e fascette in carta-semi, materiale che contiene impasto di fiori di campo. Il cartoncino potrà dunque essere piantato in vaso e nel giro di poche settimane spunteranno colorate primule, margherite e campanule. Prezzi? Piuttosto modici: ogni partecipazione costa 2, 80 euro.
 
La linea verrà presto arricchita  da altri prodotti dedicati al lieto evento: album di foto, quaderni, accessori, che potranno a loro volta “sbocciare”. La grafica  è curata da Ilenia Porcu e gli articoli vengono stampati su carta crush, al 100% eco-friendly,  realizzata utilizzando scarti industriali e paglia  ottenuta da macinazione di avanzi di lavorazione. Unico additivo? Il colore. Il risultato sono fogli dalla superficie irregolare, con imperfezioni cromatiche che li rendono immediatamente riconoscibili. 
 
Ultima chicca? La carta ecologica è legata a un progetto di commercio equo e solidale per proteggere gli elefanti dello Sri Lanka. 
 
È proprio il caso di dire che se son rose fioriranno, e lo faranno solo con cura e amore quotidiani. Come ogni matrimonio.
 
 
Leggi anche:
 
Iscriviti al canale youtube >>>
 

 

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi