Alla conquista della stanza - Vademecum per gli affitti a Bologna

Bologna è una ricca signora che fu contadina: benessere, ville, gioielli e salami in vetrina. I tuo bolognesi se esistono, ci sono o oramai si son persi, confusi e legati a migliaia di mondi diversi.

Così cantava Francesco Guccini durante i suoi anni d’oro. Mai parole furono più profetiche, considerato il costante aumento di varietà regionali presenti  in città . La rossa è ormai uno dei centri universitari più popolati d’Italia. Tra una lezione in facoltà e un piatto di tagliatelle, i suoi portici accolgono ogni giorno migliaia di studenti.

Le matricole potrebbero riscontrare qualche difficoltà nella scelta del quartiere in cui vivere. Tranquilli, una guida vi salverà. Ecco le zone più “appetibili” del capoluogo emiliano.

CENTRO STORICO- all’ombra della Torre degli Asinelli, circondato dalle vecchie mura, attrae da sempre molti turisti. Sede di sontuosi palazzi e  importanti istituzioni, è ben collegato attraverso i mezzi pubblici alle altre parti della città. Come avviene dappertutto,  gli affitti lontani dalla periferia hanno prezzi piuttosto elevati. I costi per singola vanno dai 350 ai 400 euro. Scegliete quest’area se volete trasferirvi  in un quartiere elegante, dinamico e vivo .

MURRI-MAZZINI: benestante e molto verde. Si distingue per i suoi parchi, come il Lunetta Gamberini e i Giardini Margherita.  La spesa per camere singole varia dai 400 ai 450 euro. Consigliato a tutti coloro che desiderano abitare vicino al centro ma lontano dalla confusione.

TOSCANA-SAVENA: quartiere ricco di scuole e servizi pubblici e collegato molto bene sia alla zona centrale  che a  autostrade e tangenziali. Gli edifici, risalenti agli anni Cinquanta, sono in genere molto spaziosi e caratteristici. Vanta prezzi competitivi, a partire dai 550 euro al mese per un bilocale. Residenziale e ideale per famiglie.

FIERA-SAN DONATO: la sua peculiarità sono le zone rurali  all’interno dell’ area urbana e il polo fieristico. Presenta  un mercato immobiliare sempre molto e vivo. Le quote per stanza sono tra le  più basse in città, con singole che si aggirano attorno ai 200 euro.

MEGOLI- MASSARENTI: offre molti servizi al cittadino, tra cui  l’Ospedale Sant’Orsola.   Si contano numerose linee di autobus, ma si può comunque arrivare al centro a piedi . Via Massarenti è piena di negozi di tutti i tipi, che renderanno più piacevole la passeggiata. I prezzi sono inferiori rispetto al centro storico ma rimangono su quelle cifre ( 250-300 euro per singola).

A Bologna, scegliendo il quartiere giusto, sarà facile trovare la vostra bohéme confortevole.

Parola di ex studentessa nostalgica. 

Irene Caltabiano

Chi può dimenticare il memorabile esame al Dams di Bologna in PazGuarda il video!

Leggi anche:

"Stanziarsi a Milano": vademecum per l'alloggio perfetto