Aff(l)itto a Roma? Vademecum per l'alloggio perfetto

Tutti quelli che sono stati studenti fuori sede ricorderanno il fatidico momento della ricerca della casa. Uscire alle otto del mattino, vedere dodici case in un giorno, magari una dalla parte opposta rispetto all’altra, tornare alle nove  di sera dall’amico di turno che per pietà ci ospita, ricominciare il giro la mattina dopo per trovare la tanto sospirata stanza in affitto.
 
Ci sono tante piccole soluzioni che possono aiutare a fare la scelta giusta e a prevenire inutili affanni, partendo ad esempio dalla scelta della zona, senza vagare troppo per i vicoli della città eterna ad elemosinare un carica batterie da qualche bar perché abbiamo il cellulare scarico e non sappiamo più dove ci troviamo.
 
  1. San Lorenzo-Termini: quartiere sede della Sapienza, la più grande università d’Europa, nonché di uno dei più grandi ospedali di Roma, il Sant’Andrea. Per chi ha come priorità la vita sociale (specialmente quella notturna, garantita dai numerosi locali) e la vicinanza alla facoltà, a discapito di prezzi medio alti (che si aggirano per una singola dai 350 ai 400 minimo) troverà sicuramente una buona soluzione in questa  zona .
  2. Tiburtino-Pietralata: proprio a causa dei prezzi impopolari di San Lorenzo, molti studenti preferiscono spostarsi nella adiacente e sicuramente più economica Tiburtina, di cui fanno parte zone come Casal Bertone, Casal Bruciato e Monti Tiburtini. Il vantaggio è sicuramente una minore spesa economica (le singole si possono aggirare anche attorno ai 300 euro) e la vicinanza con “la vita notturna” e con i mezzi ( ramo nord-est della metro B).
  3. Ostiense-San Paolo: sede di un altro importante polo universitario, Roma Tre, è considerato un po’ il quartiere “core de Roma”, con zone come
  4. Testaccio e Garbatella: molto attive e con una discreta vicinanza con la celebre Trastevere. Buona presenza di mezzi, meno indicata come spese, alla pari con i prezzi di San Lorenzo.
  5. Nomentano-Parioli: nonostante sia ancora considerata la zona della Roma bene, quartiere residenziale e sede della Luiss, dei dipartimenti di Comunicazione e ricerca, e della facoltà di Architettura, si possono trovare delle soluzioni adeguate anche sui 300 euro. Tutto sta nel muoversi per tempo e cercare in zona Nomentana nuova, verso P.zza Sempione-Monte Sacro, a discapito della vitta notturna, che ovviamente, si trova nella zona più costosa, nei pressi di Corso Trieste e Piazza Fiume.
  6. San Giovanni: affitti non proibitivi, molto residenziale  e praticamente equidistante dalle tre università pubbliche ( la più comoda è Tor Vergata). Le singole si aggirano sempre intorno ai 350- 400 euro,  spesso spese incluse.
Hai trovato utili queste informazioni? Il prossimo  martedì parleremo delle migliori zone in affitto a Milano!